Bitcoin Una bomba ad orologeria

Il prezzo del Bitcoin è pronto a premere sul pedale dell’acceleratore: ecco i motivi che potrebbero portare a un nuovo balzo delle quotazioni

Il prezzo del Bitcoin potrebbe presto intraprendere la via del rialzo.

Ultimamente le più ottimistiche previsioni sulla quotazione più monitorata del comparto criptovalute hanno preso in considerazione l’halving del 2020, mentre quelle più recenti si sono basate sull’hash rate del BTC.

Gli ultimi dati in merito hanno portato alcuni esperti a credere che nell’arco di qualche tempo il prezzo del Bitcoin ingranerà la marcia e metterà nuovamente a segno ottime performance.

Livelli e previsioni sul bitcoin in sala riservata 

Prezzo del Bitcoin pronto al decollo? Occhi sull’hash rate

Facciamo innanzitutto chiarezza con alcune nozioni di base. L’hash rate di una criptovaluta è un indicatore che permette di comprendere la quantità di calcoli effettuati dalla rete. Più l’hash rate è alto, più la sicurezza del network è elevata.

Nel corso degli anni, numerosi analisti hanno tentato di evidenziare il legame tra questo dato e il prezzo del Bitcoin. A metà del 2018, quando la quotazione del BTCUSD si è allontanata con vigore dai massimi storici di qualche mese prima, anche l’hash rate si è contratto.

A gennaio, invece, l’indicatore è tornato a salire: tre mesi dopo la criptovaluta ha iniziato a macinare guadagni salutando i $3.500 e riportandosi ben oltre i $10.000.

Oggi, secondo gli ultimi dati riportati da Blockchain.com, l’hash rate del BTC ha registrato un picco di 94 TH/s e ha lasciato ben sperare nel raggiungimento di quota 100.

Se il trend rialzista rimarrà intatto, hanno proseguito numerosi esperti, anche il prezzo del Bitcoin sarà in grado di intraprendere la via dei guadagni.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati