🥇 ACCEDI IN SALA RISERVATA PRIMA DELLA SUA CHIUSURA PER INFORMAZIONI WHATSAPP +393756122630🥇

La previsione da paura che sosterrà i prezzi dell'oro, Recessione Usa entro il 2021?

Come abbiamo visto nel corso dell'ultimo anno, i timori consolidati sulle prospettive del commercio globale e dei mercati finanziari hanno aumentato la domanda di oro.

Dopo aver preso una breve pausa negli ultimi due mesi, la paura è tornata di nuovo alla ribalta dei titoli delle notizie finanziarie. 

Accedi in sala riservata e vedi in tempo reale le posizioni aperte e i segnali di bestbrokers

In questo rapporto esamineremo le ultime preoccupazioni che contribuiranno al "fattore paura" dell'oro e che quindi aumenteranno la sua attrattiva come rifugio sicuro per gli investitori.

Le persistenti preoccupazioni per l'economia globale che hanno quasi soffocato gli investitori nei primi otto mesi del 2019 sono state temporaneamente sospese a partire da settembre.

Durante il periodo settembre-novembre, i prezzi dell'oro hanno subito una flessione verso il basso quando le prospettive commerciali USA-Cina hanno preso una svolta decisamente ottimistica. 

 

Nel loro nuovo ottimismo, gli investitori hanno voltato le spalle alle attività di sicurezza come oro e obbligazioni sovrane e hanno abbracciato attività di rischio come le azioni.

A partire da dicembre, tuttavia, l'umore di Wall Street ha assunto un tono molto più cauto. 

Le ultime minacce di un aumento delle tariffe da parte del presidente Trump hanno rimosso parte dell'aria dagli asset a rischio e allo stesso tempo hanno riportato i riflettori sugli asset di sicurezza. 

Anche in caso di successo della trattative Usa China, ricordiamo che sarebbe solamente un "accordino" di fase 1, e che le eventuali trattative che porteranno tensioni sui mercati si prolungheranno nel 2020.

L'oro, di conseguenza, sta lentamente mostrando di nuovo segni di vita.

Ogni settimana che passa porta una serie di nuove preoccupazioni al mercato e l'oro sta chiaramente alimentando il crescente livello di paura.

Molti investitori ritengono che il mercato dei pronti contro termine negli Stati Uniti sia "rotto" e che i recenti tentativi della Fed di risolverlo siano una soluzione inadeguata a lungo termine.

Ecco come fare 4000 € Con il petrolio e il gas

pronti contro termine (PCT o p/t) sono contratti nei quali un venditore (Quasi sempre una banca) cede in cambio di denaro un certo numero di titoli a un acquirente (con consegna immediata, quindi "a pronti") e si impegna, nello stesso momento, a riacquistarli dallo stesso acquirente a un prezzo (in genere più alto) e ad una data predeterminata (la consegna è nel futuro quindi il contratto è "a termine").

L'operazione consiste, quindi, in un prestito di denaro da parte dell'acquirente e un prestito di titoli da parte del venditore.

Un spaventoso picco temporaneo dei tassi di prestito overnight a settembre ha spaventato il mercato del credito ed è stato motivo di costernazione tra gli operatori. 

Da allora la Fed di New York ha speso centinaia di miliardi di dollari per mantenere liquidi i mercati monetari a breve termine.

Ma le contromosse non funzioneranno ancora per molto.

In uno sviluppo correlato, vi è anche una crescente preoccupazione tra gli analisti sul fatto che la continua crescita lineare del debito delle società statunitensi potrebbe innescare un'altra crisi del debito nel prossimo futuro.

Ecco il grafico che illustra l'entità dell'espansione del debito societario.

Debito societario statunitense non finanziario

Inoltre secondo un recente sondaggio della National Association for Business Economics (NABE), il 72% degli economisti prevede una recessione entro la fine del 2021. 

Tutte queste preoccupazioni sono una combinazione perfetta per fornire all'oro una rinnovata offerta di sicurezza.

Articolo di Antonio Ferlito,Vincitore della Traders'cup,Dal 2009 non si perde un giorno di borsa.Accedi al gruppo whats'app per essere sempre aggiornato con le ultime notizie sui mercati.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati