🥇 ACCEDI IN SALA RISERVATA PRIMA DELLA SUA CHIUSURA PER INFORMAZIONI WHATSAPP +393756122630🥇

GBP/USD, Previsioni per Dicembre 2020

Novembre è stato un mese importante per il cambio GBP/USD, che ha preso una direzione netta. La sterlina inglese ha rafforzato nettamente il suo valore sul dollaro americano. Dietro questo rally ci sono dei fondamentali importanti, che fanno pensare a un rialzo prolungato.

Oggi vediamo le previsioni del cambio GBP/USD per dicembre 2020. Come sempre saranno delle linee guida generali; per accedere all'elenco completo delle operazioni di BestBrokers Consulting in tempo reale, ti invitiamo a registrarti nella nostra sala riservata dedicata ai segnali di trading.

C'è molto di cui parlare, per cui diamoci da fare.

gbp usd dicembre 2020

Il pacchetto di stimoli USA segna il trend

La Federal Reserve americana ha reagito con estrema forza all'emergenza sanitaria dovuta al nuovo coronavirus. Sono state già messe in campo enormi risorse: tra marzo e giugno sono stati messi in campo 1,7 triliardi di dollari per acquistare bond e obbligazioni con garanzie sui mutui.

A questo si aggiungono tassi di interesse prossimi allo zero, un antico ricordo per la Fed, aiuti alle piccole imprese per pagare gli stipendi e prestiti diretti alle imprese. Un maxi-programma che ha sollevato l'economia americana in un primo momento, ma che fino a ora non ha ancora avuto un sequel.

Dicembre sembra il mese in cui arriverà una risposta concreta; dopo le buone notizie sui vaccini, che probabilmente hanno fatto riconsiderare le ipotesi sul tavolo, sembra che tra Presidenza e Camere si stia per arrivare a un accordo. Il nuovo pacchetto di stimoli potrebbe mettere in campo 908 miliardi di dollari.

Tutta questa rapidità nello stampare moneta, unita al taglio dei tassi di interesse, sta ovviamente portando i mercati a considerare gli effetti sull'inflazione. Un tasso di inflazione maggiore porta a una svalutazione della moneta, per cui sia l'euro che la sterlina inglese stanno acquisendo valore nei confronti del dollaro.

Anche se al momento i dettaglio del nuovo pacchetto di stimoli non ci sono ancora, si sa che con ogni probabilità arriverà prima di fine anno e prima dell'insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca.

Cosa significano i vaccini per il cambio GBP/USD?

Anche se tecnicamente entrambe le economie beneficeranno dell'arrivo dei vaccini, sui mercati la risposta migliore la stanno avendo le economie in maggiore difficoltà. Negli Stati Uniti, malgrado tutto, i dati macroeconomici sono stati positivi nel corso degli ultimi mesi. Il vaccino, dunque, si va ad aggiungere a uno stato generalmente buono dell'economia.

Quando al Regno Unito, invece, la situazione sanitaria ha avuto impatti più profondi. Le rilevazioni segnate dal calendario economico dipingono il quadro di un'economia molto più sofferente. Non solo, ma a questo problema si aggiunge la stagnazione della questione Brexit.

Paradossalmente, lo stato peggiore dell'economia britannica ora è fonte di un maggiore rimbalzo sulla scia delle buone notizie in arrivo dai vaccini. Specialmente nel caso in cui il vaccino di Oxford e AstraZeneca dovesse venire prodotto rapidamente in grandi quantità, potrebbe ulteriormente far ritrovare slancio all'economia inglese e alla sterlina.

Sul fronte americano, la vaccinazione avrà un effetto importante sulle politiche di gestione della pandemia in corso. Biden, che si è sempre detto molto rigoroso sulle norme anti-contagio, potrebbe spingere sul piano di vaccinazione ed evitare l'imposizione di lockdown diffusi.

Brexit, la via si fa in salita

Sembra un titolo già visto e lo è. I famosi dialoghi per decretare i termini dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea sembravano ancora una volta vicini alla conclusione, ma ancora una volta slittano. Ogni volta che l'accordo pare dietro l'angolo, finisce per saltare. Così il Regno Unito, la sterlina e gli indici di Borsa inglesi continuano a essere penalizzati dalla situazione.

In questo momento le trattative si stanno concentrando sulle norme per la concorrenza tra le imprese. In particolare, non si discute tanto sulle norme quanto si chi debba avere il diritto di farle rispettare. 

Tra meno di quattro settimane scadrà il periodo di transizione e bisognerà prendere una decisione concreta. Possibile, ma difficile, che la situazione Covid permetta un'estensione del periodo transitorio per rimandare il tutto ancora una volta.

Una hard Brexit penalizzerebbe il Regno Unito ancora di più. La sterlina sta già cedendo il passo con l'euro, ma rimane rialzista nei confronti del dollaro malgrado questo spettro. Per il momento sembra che i fondamentali abbiano la meglio, con Brexit che pesa ma non abbastanza per invertire il trend.

Due grandi incognite

Per il momento ci sono due grandi incognite: da una parte il nuovo pacchetto di stimoli americano, dall'altra la conclusione della vicenda Brexit. Gli scenari possibili sono questi:

  • Brexit si risolve con un accordo e gli Stati Uniti avviano un nuovo forte pacchetto di stimoli. In questo caso, la sterlina inglese avrà gioco facile a decollare oltre i livelli attuali;
  • Brexit si risolve senza nessun accordo e gli Stati Uniti riescono a passare il pacchetto di stimoli, oppure Brexit si risolve con un accordo e gli Stati Uniti non riescono ad approvare la nuova legge. In questo caso è probabile che continui il leggero trend rialzista del pound inglese, ma con fasi importanti di mercato laterale;
  • Non si trova un accordo per Brexit e non si trova un nuovo pacchetto di stimoli negli USA. In questo caso potremmo vedere un'inversione del trend o un mercato laterale, con il dollaro che recupera forza.

Anche se questo scenario si rivela complicato per gli investitori di lungo termine, c'è terreno fertile per i trader. In questo momento può capitare virtualmente qualunque cosa; le notizie, giorno per giorno, decideranno la direzione del mercato e offriranno spunti interessanti per investire.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati